25.03.2017, LA VIA DEL SUOLO

Oggi la giornata si preannunciava un po più lunga per i nostri CS e CVS (termine tecnico per definire capi e vice capi sestena).
Alla 10.30 già pronti e pimpanti per ascoltare le spiegazioni della nostra Avocette inerenti al suolo: un elemento che ci circonda, ma di cui a volte dimentichiamo l’importanza che esso comporta. Un’introduzione semplice e ricca di immagini e testi, oltre che a esempi concreti, è riuscita a portarci verso la conoscenza di alcuni elementi basilari ma non scontati (tra cui l’importanza anche di quegli esserini schifosetti, passatemi il termine, come i lombrichi, che suoliamo disprezzare e calpestare).
Una seconda parte della mattinata è stata impiegata nella preparazione per la lettura di una storiella, che poi sarebbe stata presentata ai compagni nel pomeriggio.
Dopo pranzo, hanno raggiunto il branco anche gli altri Lupi, tra cui due nuovi direttamente dall’Inghilterra: Finley e Harry (nella speranza di averli scritti giusti…).
Questa cosa ci ha fatto capire che ci sono sempre più nostri scout provenienti da territorio internazionale; attenzione quindi: a lunga andare, per intenderci un po tutti, potremmo finire per parlare soltanto in inglese o spagnolo.
Dopo l’urlo CS e CVS, con l’ausilio di alcune Akele, hanno avuto modo di presentare la storiella (sono stati dei lettori straordinari a mio avviso) e spiegare ai propri compagni la morale della storia. Dopo essersi suddivisi in sestene, si è intentato risalire ad un cruciverba fatto in precedenza dai CS e CVS, per vedere quanto potessero essere bravi gli altri lupetti, senza le basi teoriche di Avocette, a risolvere i quesiti.
Quello che succede la teoria è sicuramente la pratica, e cosa sarebbe meglio per famigliarizzare con il suolo che una piantina domestica? Niente. Ad ognuno un vasetto con il proprio nominativo e a riempirli di sabbia e semini a propria scelta, annaffiarli, un po di Sole e la ricetta è tutta qua (ovviamente abbiatene cura anche a casa :P).
Si sale al parco per bruciare un po di energia, ci attende una merenda molto sostanziosa, in quanto non capita mica tutti i giorni di avere una nuova 18enne ed una 8enne: tanti auguri a Donnola e Medusa!!!
La giornata si è conclusa in un battibaleno, urlo a pieni polmoni e piantina in spalla, si parte, direzione casa.

Un’altra avventura è finita, tanti ricordi, ma un’altra ci aspetta!! Non mancate Sabato prossimo, il 1 Aprile si vedranno delle belle e soprattutto non è uno scherzo!!! C’è davvero attività!!

Salutoni,
Camaleonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.